Reading Challenge #onebookamonth – Febbraio ” Il gatto venuto dal cielo “

downloadPer la Reading Challenge #onebookamonth del mese di gennaio, la filastrocca recita ” Febbraio è il mese più breve : un libro di massimo 150 pagine ” così ho spulciato tra i vari libri acquistati l’anno scorso e ho trovato ” Il gatto venuto dal cielo ” di Hiraide Takashi.

E’ questo il mio secondo approccio con la scrittura giapponese e, sebbene fossi abituata allo stile delicato e lento di questi autori, vedi Banana Yoshimoto, non ero del tutto pronta a leggere un libro insignificante dal punto di vista emotivo.

Premetto che ho apprezzato lo stile di scrittura dell’autore, con la sua delicatezza e attenzione ai più piccoli gesti quotidiani, elementi che nella nostra civiltà europea, spesso, passano inosservati o peggio, perdono il loro profondo valore intrinseco. Comprendo anche che il rapporto con la loro emotività così contenuta stona assai con la nostra così espansiva e immediata nel bene e nel male. Situazioni ed emozioni che noi viviamo normalmente ogni giorno, ai loro occhi risultano eccezionali o addirittura mistiche; vivono i momenti semplici con una riverenza incomprensibile ai nostri occhi. Così, quando la micia in questione appare nella vita dei due protagonisti, sembra quasi una visita del destino.

Essendo ” mamma ” di due splendidi mici, tante situazioni descritte in questo libro mi appaiono altresì normali e riconoscibili ma intuisco anche che, chi non ha la fortuna di avere degli animali in casa, non possa comprendere a pieno le dinamiche affettive ed emotive che si instaurano.

La storia è molto semplice e priva di colpi di scena;  l’autore analizza le emozioni e i sentimenti di questa giovane coppia che viene descritta, nella quarta di copertina, come una coppia in crisi anche se, durante la lettura io non ho percepito affatto questa crisi; qualche problema lavorativo si, ma crisi direi che è un termine che suona esagerato. Comunque, una coppia la cui vita viene arricchita dall’arrivo di un gatto che non sarà di loro proprietà ma bensì del bambino vicino di casa. Nonostante la brevità del romanzo, ho faticato molto per terminarlo proprio per i motivi sopra descritti ma mi sono imposta la totale lettura proprio per vedere dove l’autore volesse andare a parare.

Ovviamente non vi racconterò oltre proprio per evitarvi eventuali spoiler.

E’ un libro che vi consiglio ? Ni… c’è di meglio sicuramente, ma come dico sempre io, bisogna sperimentare di prima persona le cose per farsene una propria opinione 😉 Quindi a voi la scelta 😉

Buona lettura 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...